Città di Castello

torna indietro
Loghi in home Page                                                
città di castelloFreccettaEventiFreccettaDettaglio eventi

STAGIONE PRIMAVERILE

3/20/2019 Gal Alta Umbria Città di Castello castello@infoaltaumbria.it

del FESTIVAL DELLE NAZIONI - dal 24 marzo al 2 maggio. Ingresso libero. Teatro degli Illuminati - Domenica 28 aprile alle ore 18. Quartetto Cherubini, musiche di J.S Bach, J. Lennon, P. McCartney, L. Delibes e Astor Piazzolla. Per informazioni: 075 8521142, www.festivalnazioni.com.

LA STAGIONE PRIMAVERILE del FESTIVAL DELLE NAZIONI  Città di Castello, dal 24 marzo al 2 maggio 2019 Un assolo al pianoforte di Danilo Rea e tre concerti con alcune delle formazioni cameristiche più interessanti del panorama italiano: Trio Metamorphosi, Duo Scudeller e Quartetto Cherubini. È questo il programma della prima Stagione primaverile del Festival delle Nazioni, che si svolgerà a Città di Castello – al Teatro degli Illuminati e nella Sala degli specchi del Circolo degli Illuminati – da domenica 24 marzo a giovedì 2 maggio 2019. Quattro appuntamenti da non perdere, tutti a ingresso libero, che proporranno organici, sonorità e programmi musicali diversissimi, da Beethoven al jazz passando per Piazzolla e Michael Nyman. Le due giovanissime sorelle violiniste Elisa e Giulia Scudeller, rispettivamente 17 e 19 anni, saranno protagoniste del secondo concerto della Stagione primaverile, in programma domenica 7 aprile 2019 alle ore 18, nella Sala degli specchi del Circolo degli Illuminati di Città di Castello. Il Duo Scudeller proporrà un originale programma musicale per duo di violini, che prevede grandi classici e gioielli rari scritti per questa formazione: il primo movimento dalla Sonata (postuma) del compositore belga Eugène Ysaÿe; il Gran duo concertante di Charles Auguste de Bériot; un brano contemporaneo, il Primo Divertimento del compositore catalano Jordi Cervelló i Garriga; infine la Sonata in do maggiore op. 56 di Sergej Prokof’ev. A ben altro tipo di sonorità e di atmosfere si rifarà il terzo concerto della Stagione primaverile, affidato al Quartetto Cherubini composto da quattro sassofonisti: Simone Brusoni al sax soprano, Adele Odori al sax contralto, Leonardo Cioni al sax tenore e Ruben Marzà al sax baritono. Nel concerto in programma domenica 28 aprile 2019 alle ore 18, al Teatro degli Illuminati di Città di Castello, l’ensemble proporrà brani originali e arrangiamenti, da Johann Sebastian Bach a John Lennon e Paul McCartney (in programma c’è anche un arrangiamento della famosa Yesterday), da Léo Delibes a Michael Nyman e Astor Piazzola, per un concerto di sicuro divertimento musicale. Chiuderà la Stagione primaverile l’assolo di Danilo Rea, in programma giovedì 2 maggio 2019 alle ore 21, al Teatro degli Illuminati di Città di Castello. Impossibile prevedere l’esatto programma musicale dell’osannato pianista, che, come ormai d’abitudine siederà al pianoforte davanti al suo pubblico per improvvisare su temi e brani tratti dai repertori più disparati, ma sempre riconoscibili, attingendo dalla classica a Fabrizio De Andrè, dalle colonne sonore del cinema alle canzoni di Beatles e Rolling Stones. Il tutto nello stile inconfondibile che lo contraddistingue, e che si compone di due ingredienti fondamentali: melodia e improvvisazione. Per informazioni: 075 8521142, www.festivalnazioni.com. «In attesa di svelare e conoscere nel dettaglio il programma della 52a edizione del Festival delle Nazioni che esce dai confini europei per approdare nella lontana Cina, la presentazione di oggi della Stagione primaverile della manifestazione apre di fatto un periodo importante per la nostra città non solo sotto il profilo strettamente musicale, culturale e artistico ma anche di promozione del territorio e valorizzazione delle straordinarie potenzialità che esso racchiude. Un programma di altissimo livello, messo a punto dal direttore artistico Aldo Sisillo con tutto il suo staff, incentrato sulla valorizzazione dei giovani che partecipano al Concorso Alberto Burri, sulla prestigiosa presenza di Danilo Rea e sull’importanza di accrescere e nutrire il rapporto tra Festival e città, con concerti al di fuori dei giorni clou della manifestazione, sono senza dubbio le migliori premesse per aprire nel migliore dei modi il 2019. Il Festival delle Nazioni si inserisce a pieno titolo in un contesto culturale e artistico della nostra città, caratterizzato in questi ultimi giorni da due eventi che hanno richiamato grande pubblico e attenzione, l’inaugurazione della nuova Biblioteca comunale Giosuè Carducci e la mostra fotografica sul maestro Alberto Burri».